6 ottobre 2018, online le impressioni sulla mostra itinerante della Valle del Dragone

Abbiamo raccolto, e dunque pubblichiamo, i fogli che i visitatori della mostra hanno utilizzato per apporvi i commenti, i pensieri e anche le emozioni che immagini e scritture hanno saputo far sorgere in loro. Non abbiamo voluto operare alcuna selezione o persino qualche censura perché crediamo nella libertà che ciascuno ha di esprimere le proprie idee. Anche se alcuni suggerimenti ci sono sembrati generici, ma sempre sinceri, tutti nel loro complesso sono stati per noi un prezioso riscontro al lavoro svolto. Ne siamo grati a coloro che li hanno manifestati. Abbiamo preferito non trascrivere i nomi o le firme degli autori dei commenti perché crediamo che il valore delle molte attenzioni riservate alla mostra non dipenda dai singoli ma dall'insieme.

Impressioni sulla mostra a Frassinoro (Luglio 2018)

  • 25/07/2018 Bellissima, soprattutto gli sposi!
  • Complimenti, bella mostra che ci ricorda da dove proveniamo (...)
  • Molto bella questa immersione nel passato (...)
  • 25/07/2018 Mostra fenomenale
  • “E quelle stradelle che tu mi fai far, cara Rosina, le devi far tu...”
  • Un bel tuffo nel passato! Grazie 25/7/2018
  • Molto bella, molto curata! Complimenti
  • Ottimo lavoro, complimenti 25/7/18
  • Volti, vestiti, luoghi passati, andati, che ci appartengono, che ci dicono chi siamo ora e oggi e forse anche dove andremo e saremo
  • 12/08/2018 Chissà se fra i volti impressi nelle foto c’è un mio lontano parente! Molto bella…
  • Un allestimento di gusto eccellente complimenti…
  • Molto bella la mostra e molto triste pensare al passato
  • Le nostre anime vagantes, antenati che ci sorridono (...)
  • È sempre una grande emozione volgere gli occhi all’immagine del passato che richiama echi lontani nella memoria
  • 11/08/2018 Testimonianze molto interessanti e istruttive di tempi passati. Grazie (...)
  • Un allestimento di gusto eccellente, complimenti (...)
  • Volti, vestiti, luoghi passati, andati, che ci appartengono, che ci dicono chi siamo ora e oggi e forse anche dove andremo e saremo.
  • Molto interessante!
  • I vecchi si divertono a riconoscere i loro vecchi, bellissima mostra molto curata. 25/07/2018
  • Per me è la prima volta ma mi è piaciuto molto vedere tutti i modi di vivere dei personaggi del passato, sicuramente imparerò, molto bello.
  • È sempre una grande emozione guardare.
  • Grande mostra.
  • Molto bello.
  • Dove sono i gestori? Molto interessante, peccato non ci siano persone a gestirla.
  • Le costruzioni sono bellissime.
  • Molto interessante 19/08/2018.

_______________________________________________________________________________________________________

Impressioni sulla mostra a Montefiorino (Agosto 2018):

  • Quanta grazia, quanta cultura, quanta autentica passione nell'opera grandiosa del curatore. Sarebbe bello poter conoscere anche i restanti documenti non presenti in mostra! Congratulazioni.
  • Amazing! A really good insight into a generation before us. Thank you.
  • Un viaggio nelle emozioni del passato... un viaggio nelle emozioni del nostro presente. Complimenti.
  • Immagini di un passato che tocca tutti noi... come eravamo aiuta a capire chi siamo (...)
  • Grazie per aver dato una nuova voce alle carte e ai volti di un passato da non dimenticare (...)
  • Nella scrittura a mano, così fluente e bella, è impressa tutta la dignità di chi scriveva, anche delle cose più semplici, come le ricette. La vita passava e restava sulla carta. (...)
  • Sembra che anche i volti, non solo i vestiti e gli oggetti, siano sepolti dal tempo in cui son stati ritratti. (...)
  • Emozionante e commovente vedere e ascoltare immagini e parole di un tempo che tanto lontano non è... Grazie.
  • Emozioni, ricordi, curiosità, riscontri, un mondo interiore immenso! Grazie (...)
  • Ancora una volta comprendo il valore della memoria. Altrettanto preziosa è la condivisione di tali ricordi per gli altri, per imparare per noi stessi, per non smettere di farlo. Grazie di cuore. (...)
  • Inaspettatamente stimolante e preziosa, una buona testimonianza.
  • Bellissima mostra, si nota la passione con cui è stata organizzata. Bravi.
  • Mostra fantastca, da urlo.
  • Bello, interessante, voto...10! (...)
  • Complimenti, bella mostra!
  • Molto bella anche questa! Più ricca e affascinante! 26/08/2018.
  • Interessante nei contenuti, lettere e cornicette infantili.
  • Mi piace, voto...10!
  • Molto bello (...)
  • Mostra piccola ma suggestiva (...)
  • Mostra molto interessante.  Grazie per l'organizzazione e per il contributo al recupero delle nostre radici. (...)
  • Interessante come vedere "pezzi" del passato (...)
  • Bellissima mostra, un piccolo tuffo nel passato. Grazie.
  • Molto bella. Complimenti (...).
  • Bellissima e ovviamente interessante, complimenti (...).
  • Complimenti ai curatori (...).

______________________________________________________________________________________________________

Impressioni sulla mostra a Palagano (Settemebre/Ottobre 2018)

  • Emozionante ed interessante. Un tuffo nel passato che ci aiuta a capire le condizioni di vita dell'epoca.
  • Molto bello ricordare il passato con foto e ricordi, complimenti, molto bravi.
  • Bellissimi ricordi che mi fanno notare come le pose o gli oggetti che i fotografi usavano per l'epoca sono  uguali in montagna come in pianura, io sono di Modena.
  • Io che sono avanti con l'età, mi avete riportato a tempi molto lontani che ricordo con tanta nostalgia.
  • Foto molto familiari ed emozionanti! È sempre bello ricordare il passato e la nostra montagna.
  • Bravi!
  • Emozionante.
  • Bello, educativo e spiegato bene.
  • È stato bello.
  • La vita molto dura.
  • Siete stati bravissimi, è stato molto istruttivo.
  • È stato bello (...).
  • È stato bello.
  • È stato molto interessante e molto bello, bravi.
  • Super bravi!
  • Molto bella.
  • Viaggio nel tempo, che bello.
  • Bravissimi.        
  • Bella, top.
  • Gran bella roba.
  • Mostra un po' piccola ma stupenda.
  • Bella, forse un po' piccola.
  • Bello (...)
  • Magnific.
  • Mostra davvero stupenda, curata in ogni dettaglio! Ottimo apporto dei ragazzi-guida.
  • Perfect! Brilliant.
  • Un tuffo nel passato: quante cose da imparare.
  • Ci poteva essere di meglio.
  • La nostra montagna rappresentata in fotografie che rimarranno sempre nel nostro cuore.
  • Bravissimi! Ottima iniziativa.
  • Bravi.
  • Molto conveniente e bella.
  • Mostra molto interessante ed istruttiva. È molto importante per capire la storia del nostro paese. Grazie.
  • L'attenzione e la sensibilità per il proprio territorio d'origine è una delle cose più importanti per la civiltà di un popolo. Quanto più conosciamo le nostre radici, più saremo capaci di amarle e di esserne fieri. Il nostro territorio racconta e racchiude la nostra storia ovunque la vita e la professione ci condurrà. Buon lavoro, congratulazioni.
  • Mostra molto interessante e riflessiva, dalla quale emerge l'impegno dei ragazzi.
  • Molto interessante e significativo per la nostra valli! Bravi!
  • Bravissimi, grazie!
  • Ottimo lavoro! Molto bravi, si vede che vi siete impegnati (...)
  • Attività molto interessante per i ragazzi! Molto bravi.
  • Bravi! Interessante ed illustrata chiaramente.
  • Interessante ed educativa!
  • La mostra l'ho trovata interessante e bella.
  • Bello ed interessante.
  • Molto interessante e strutturata bene.
  • Educativo, interessante e spiegato bene, grazie!
  • È stato bellissimo e interessante! Super bravi!
  • Interessante.
  • È stato interessante ed istruttivo.
  • Bello e interessante, molto educativo, bravi!
  • È stata  un'esperienza molto interessante, bravissimi.
  • Interessante e molto bello.
  • Bella e interessante.
  • Molto interessante ed emozionante.
  • Bella e interessante anche se poco carine le decorazioni.
  • Interessante, brave le guide, appassionante, lavoro importante per la memoria di un'intera comunità.
  • È stato molto interessante ed è stato ben esposto.
  • È stato bello e interessante bravissimi!
  • Mostra interessante e ben esposta.
  • Bravi, molto interessante e ben spiegato.
  • Bello interessante e entusiasmante,  Bravissimi.
  • Molto bello e molto interessante.
  • Mostra interessante, buona presentazione, video troppo lungo e noioso.

 

 

_______________________________________________________________________________________________________

 


15 settembre 2018, inaugurazione della mostra “Immagini e scritture della Valle del Dragone” a Palagano

scarica la locandina

Sabato 15 settembre 2018, giungerà a Palagano la mostra itinerante “IMMAGINI E SCRITTURE DELLA VALLE DEL DRAGONE”.

L’inaugurazione ufficiale della mostra, installata nel Teatro comunale "I. Ranucci" (via XXIII dicembre, Palagano) avverrà alle ore 10:30,

 

Enrica Forti, cuoca della Locanda Cialamina di Palagano leggerà e commenterà ricette inedite della Valle, con il commento musicale di Leader & Checco -Acoustic Duet.

 

A seguire: Degustazione di un'antica ricetta della Valle, offerta dalla Locanda Cialamina

 

La mostra, organizzata in collaborazione con il "Liceo A. F. Formiggini" include oltre 60 pezzi, fra cui cartoline, fotografie, lettere e scritti del Novecento, gioielli ritrovati che custodiscono ancora il fascino di un racconto inedito del passato della Val Dragone.

 

Orari di apertura (16\09-3\10)

Lunedì, Martedì, Mercoledì e Domenica, 10-13

Sabato 10-13 e 16-18

 

La mostra

Quanto di vero si è depositato nelle immagini e nelle scritture custodite nelle case della Valle del Dragone? La mostra tenta di dare una risposta a tale domanda esponendo cartoline, fotografie, lettere, diari ed altri scritti(in originale o in copia) che narrano i luoghi, le persone e i sentimenti della Valle del Dragone nel Novecento. Il percorso espositivo ripercorre, grazie a pezzi originali appartenenti a raccolte private, in massima parte mai mostrate sino ad oggi, le forme con cui l’«autentica bugia» della scrittura e della fotografia ha tramandato le memorie registrate di uomini e donne vissuti nel territorio attraversato dal Dragone.

Articolata in sei sezioni, essa si apre con una riflessione introduttiva sulla necessità di preservare ciò che più prezioso ha l’uomo, ossia la sua memoria, il ricordo del suo passato. Dal bisogno di tramandare il racconto di sé, a parole o a figure, nasce l’idea di identificare, raccogliere, studiare e valorizzare le fragili testimonianze scritte e visive della Valle. Nella seconda sezione, intitolata «Una valle in posa», si mostrano i ritratti fotografici, individuali e sociali, di donne e uomini, bambini, adolescenti, giovani e anziani, colti negli abiti dell’epoca e sullo sfondo di paesaggi naturali o di scenografie artificiali, sorridenti e felici di lasciare un segno concreto per mezzo dell’obiettivo fotografico; lettere e altri scritti minori, come biglietti, ricettari e piccoli stampati religiosi contribuiscono a definire il racconto della vita quotidiana, i suoi riti, le sue paure, i suoi imprevisti. «Paesi e paesaggi» è la terza sequenza che dà spazio alla trasformazione di case, chiese, ponti e strade, ma anche di boschi, campi e coltivazioni agricole, alterate nel tempo dallo spopolamento agrario e dall’impoverimento dell’economia rurale appenninica. Nella quarta tappa dell’itinerario di mostra («Studiare, lavorare, migrare, raccontare») sono protagonisti il lavoro e l’emigrazione, con i ritratti e le lettere dei minatori dal Belgio o le missive inviate in Valdragone dalle cascine lombarde, dove l’agricoltura non del tutto industrializzata degli anni cinquanta ancora abbisognava di manodopera operaia, attinta anche dagli Appennini. La guerra e la precarietà delle sue scritture che tentano di rassicurare amici e parenti più che di riferire la drammaticità della condizione vissuta sono al centro della quinta tappa, incentrata sulle «Parole e immagini dalla guerra». Nella sesta e ultima tappa, «In moto verso il futuro», si coglie quanto la mobilità sia divenuta via via una risorsa strategica per la Valle, avvicinatasi sempre più alla pianura e a spazi un tempo distanti, grazie a vie percorribili a bordo di cicli, motocicli e, più tardi, di autoveicoli.

Sarà proiettato, inoltre, un video realizzato dal curatore artistico Marco Lugli esclusivamente per la mostra, dedicato ai proprietari delle raccolte.

 

 

 


10 settembre 2018, al via l'Alternanza scuola lavoro con il Liceo Formiggini di Palagano

Lunedì 10 settembre 2018 è iniziata l’Alternanza scuola lavoro degli allievi delle classi IV e V PES del Liceo “A.F. Formíggini”.

Sono state svolte principalmente quattro attività, coordinate dai Professori del Liceo, Sonia Brizzolara, Nicoletta Casini, Cinzia Ferrarini, Laura Lami, Luciana Lami, Giulia Madrigali, Patrizia Pradelli, Maria Raneri, e dai referenti del progetto, Samuele Rossi e Paolo Tinti. Il coordinamento organizzativo e amministrativo è stato assicurato dalla Professoressa Cinzia Gandini.

1) Precatalogazione dei materiali Lo scopo principale di questa attività è quello di raccogliere le informazioni di base relative ai documenti, in particolare alle cartoline e fotografie (dimensioni, tecniche di esecuzione, date, luoghi etc.), tramite la compilazione di schede-base, appositamente costruite. Queste descrizioni, che rimarranno nell’archivio del Progetto anche dopo la restituzione dei documenti ai prestatori, saranno necessarie per eventualmente arricchire il lavoro di catalogazione futuro.

2) Digitalizzazione di cartoline e fotografie. Dopo la precatalogazione i documenti sono stati scansionati (sia al recto che al verso) insieme con la scala cromatica Kodak, strumento necessario per monitorare la qualità delle digitalizzazioni. I file così creati sono stati raccolti nel sistema di archiviazione locale (hard disk) strutturato su diversi livelli (Raccolta, tipologia di documento, numero di inventario). Infine sono state prodotte immagini semplificate, destinate alla diffusione web, che non include, ad esempio, la scala Kodak, ma richiede l'aggiunta della filigrana con il logo del progetto.

3) Allestimento della mostra a Palagano. La tappa finale della mostra Immagini e scritture della Valle del Dragone è stata allestita nel Teatro comunale di Palagano "I. Ranucci". Lo spazio prescelto ha reso indispensabili alcune modifiche strutturali al percorso espositivo, legate alla metodologia di esposizione e alla sostituzione di alcuni pezzi, scelti fra quelli pre-catalogati e digitalizzati nei giorni precedenti.

4) Visite guidate. Dopo l'allestimento e l'incontro con i raccoglitori, gli studenti effetueranno visite guidate ai colleghi delle scuole medie della Val Dragone e del Liceo.                   

5) L'arricchimento del sito web. Saranno prodotte almeno due pagine web; si forniranno le traduzioni in inglese di alcune sezioni del sito, saranno arricchite le immagini disponibili nel sito.                                      

                                                                      

                                                                                                                                                                             


24 agosto 2018, inaugurazione della mostra "Immagini e scritture della Valle del Dragone" a Montefiorino

Venerdì 24 agosto 2018, durante l'"History Camp", giungerà a Montefiorino la mostra itinerante “IMMAGINI E SCRITTURE DELLA VALLE DEL DRAGONE”.
L'inaugurazione ufficiale della mostra, installata nella Rocca medievale di Montefiorino, vedrà l'intervento dello scrittore Sandro Campani, che leggerà pagine di un inedito diario della Resistenza.

Con la partecipazione del cantautore Roberto Zanni, accompagnato da Marco Lugli.

La mostra include oltre 60 pezzi, fra cui cartoline, fotografie, lettere e scritti del Novecento, gioielli ritrovati che custodiscono ancora il fascino di un racconto inedito del passato della Val Dragone.

Orari di visita: venerdì e sabato, ore 15-19; domenica, ore 10-13; 15-19 (aperture straordinarie durante l'"History Camp").

APERTURA STRAORDINARIA SABATO 8 SETTEMBRE, ore 10-13, in occasione della Lettura estiva "E. Gorrieri".

NOVITÀ: a settembre la mostra chiude alle 18.00 anziché alle 19.00!

 

MOSTRA itinerante IMMAGINI E SCRITTURE DELLA VALLE DEL DRAGONE

luglio-ottobre 2018

Frassinoro, Badia del Castello

Montefiorino, Rocca medievale

Palagano, Liceo «A.F. Formiggini»

a cura di Paolo Tinti

 

La mostra

Quanto di vero si è depositato nelle immagini e nelle scritture custodite nelle case della Valle del Dragone? La mostra tenta di dare una risposta a tale domanda esponendo cartoline, fotografie, lettere, diari ed altri scritti (in originale o in copia) che narrano i luoghi, le persone e i sentimenti della Valle del Dragone nel Novecento. Il percorso espositivo ripercorre, grazie a pezzi originali appartenenti a raccolte private, in massima parte mai mostrate sino ad oggi, le forme con cui l’«autentica bugia» della scrittura e della fotografia ha tramandato le memorie registrate di uomini e donne vissuti nel territorio attraversato dal Dragone.

Articolata in sei sezioni, essa si apre con una riflessione introduttiva sulla necessità di preservare ciò che più prezioso ha l’uomo, ossia la sua memoria, il ricordo del suo passato. Dal bisogno di tramandare il racconto di sé, a parole o a figure, nasce l’idea di identificare, raccogliere, studiare e valorizzare le fragili testimonianze scritte e visive della Valle. Nella seconda sezione, intitolata «Una valle in posa», si mostrano i ritratti fotografici, individuali e sociali, di donne e uomini, bambini, adolescenti, giovani e anziani, colti negli abiti dell’epoca e sullo sfondo di paesaggi naturali o di scenografie artificiali, sorridenti e felici di lasciare un segno concreto per mezzo dell’obiettivo fotografico; lettere e altri scritti minori, come biglietti, ricettari e piccoli stampati religiosi contribuiscono a definire il racconto della vita quotidiana, i suoi riti, le sue paure, i suoi imprevisti. «Paesi e paesaggi» è la terza sequenza che dà spazio alla trasformazione di case, chiese, ponti e strade, ma anche di boschi, campi e coltivazioni agricole, alterate nel tempo dallo spopolamento agrario e dall’impoverimento dell’economia rurale appenninica. Nella quarta tappa dell’itinerario di mostra («Studiare, lavorare, migrare, raccontare») sono protagonisti il lavoro e l’emigrazione, con i ritratti e le lettere dei minatori dal Belgio o le missive inviate in Valdragone dalle cascine lombarde, dove l’agricoltura non del tutto industrializzata degli anni cinquanta ancora abbisognava di manodopera operaia, attinta anche dagli Appennini. La guerra e la precarietà delle sue scritture che tentano di rassicurare amici e parenti più che di riferire la drammaticità della condizione vissuta sono al centro della quinta tappa, incentrata sulle «Parole e immagini dalla guerra». Nella sesta e ultima tappa, «In moto verso il futuro», si coglie quanto la mobilità sia divenuta via via una risorsa strategica per la Valle, avvicinatasi sempre più alla pianura e a spazi un tempo distanti, grazie a vie percorribili a bordo di cicli, motocicli e, più tardi, di autoveicoli.

Saranno proiettati, inoltre, due video: il primo, realizzato dal curatore artistico Marco Lugli esclusivamente per la mostra, è dedicato ai proprietari delle raccolte; il secondo, anch’esso di proprietà privata, è invece incentrato sulla collezione Anne-Marie Romiti di Frassinoro.

 

Date, sedi e inaugurazioni della mostra

26.7.2018-19.8.2018, Castello della Badia di Frassinoro, inaugurazione 25.7.2018, ore 20.30

25.8.2018-9-9.9.2018, Rocca di Montefiorino, inaugurazione 24.8.2018, ore 20.30

15.9.2018-5.10.2018, Liceo «A.F. Formiggini» di Palagano, programma dell'inaugurazione in via di definizione.

 

Progettazione espositiva, allestimento e comunicazione, Marco Lugli, Modena

Grafica di progetto, A.P.S. Renovatio Crew, Sassuolo (Modena)

Grazie ai prestatori, senza i quali la mostra e il progetto su cui essa si fonda, non sarebbero possibili.

Grazie a quanti hanno donato tempo, fatica e passione alla mostra.

 


25 luglio 2018, inaugurazione della mostra "Immagini e scritture della Valle del Dragone" a Frassinoro

Mercoledì 25 luglio 2018, durante la XIX edizione della "Settimana Matildica", verrà inaugurata a Frassinoro la mostra itinerante “IMMAGINI E SCRITTURE DELLA VALLE DEL DRAGONE”.
L'inaugurazione ufficiale della mostra, installata nel Castello della Badia di Frassinoro, vedrà l'intervento di studenti e studentesse dell'Istituto Comprensivo di Frassinoro-Montefiorino-Palagano, insieme con la poetessa Anna Marcolini. A loro il compito di leggere poesie, lettere, cartoline e ricette, in gran parte visibili in mostra.

L'accompagnamento musicale sarà a cura di Valentina Medici, con Federico Asti e Chiara Ferrari.

La mostra include oltre 60 pezzi, fra cui cartoline, fotografie, lettere e scritti del Novecento, gioielli ritrovati che custodiscono ancora il fascino di un racconto inedito del passato della Val Dragone.

Orari di visita: venerdì e sabato, ore 17-20; domenica, ore 10-13 (aperture straordinarie durante la "Settimana Matildica").

 

MOSTRA itinerante IMMAGINI E SCRITTURE DELLA VALLE DEL DRAGONE

luglio-ottobre 2018

Frassinoro, Badia del Castello

Montefiorino, Rocca medievale

Palagano, Liceo «A.F. Formiggini»

a cura di Paolo Tinti

 

La mostra

Quanto di vero si è depositato nelle immagini e nelle scritture custodite nelle case della Valle del Dragone? La mostra tenta di dare una risposta a tale domanda esponendo cartoline, fotografie, lettere, diari ed altri scritti (in originale o in copia) che narrano i luoghi, le persone e i sentimenti della Valle del Dragone nel Novecento. Il percorso espositivo ripercorre, grazie a pezzi originali appartenenti a raccolte private, in massima parte mai mostrate sino ad oggi, le forme con cui l’«autentica bugia» della scrittura e della fotografia ha tramandato le memorie registrate di uomini e donne vissuti nel territorio attraversato dal Dragone.

Articolata in sei sezioni, essa si apre con una riflessione introduttiva sulla necessità di preservare ciò che più prezioso ha l’uomo, ossia la sua memoria, il ricordo del suo passato. Dal bisogno di tramandare il racconto di sé, a parole o a figure, nasce l’idea di identificare, raccogliere, studiare e valorizzare le fragili testimonianze scritte e visive della Valle. Nella seconda sezione, intitolata «Una valle in posa», si mostrano i ritratti fotografici, individuali e sociali, di donne e uomini, bambini, adolescenti, giovani e anziani, colti negli abiti dell’epoca e sullo sfondo di paesaggi naturali o di scenografie artificiali, sorridenti e felici di lasciare un segno concreto per mezzo dell’obiettivo fotografico; lettere e altri scritti minori, come biglietti, ricettari e piccoli stampati religiosi contribuiscono a definire il racconto della vita quotidiana, i suoi riti, le sue paure, i suoi imprevisti. «Paesi e paesaggi» è la terza sequenza che dà spazio alla trasformazione di case, chiese, ponti e strade, ma anche di boschi, campi e coltivazioni agricole, alterate nel tempo dallo spopolamento agrario e dall’impoverimento dell’economia rurale appenninica. Nella quarta tappa dell’itinerario di mostra («Studiare, lavorare, migrare, raccontare») sono protagonisti il lavoro e l’emigrazione, con i ritratti e le lettere dei minatori dal Belgio o le missive inviate in Valdragone dalle cascine lombarde, dove l’agricoltura non del tutto industrializzata degli anni cinquanta ancora abbisognava di manodopera operaia, attinta anche dagli Appennini. La guerra e la precarietà delle sue scritture che tentano di rassicurare amici e parenti più che di riferire la drammaticità della condizione vissuta sono al centro della quinta tappa, incentrata sulle «Parole e immagini dalla guerra». Nella sesta e ultima tappa, «In moto verso il futuro», si coglie quanto la mobilità sia divenuta via via una risorsa strategica per la Valle, avvicinatasi sempre più alla pianura e a spazi un tempo distanti, grazie a vie percorribili a bordo di cicli, motocicli e, più tardi, di autoveicoli.

Saranno proiettati, inoltre, due video: il primo, realizzato dal curatore artistico Marco Lugli esclusivamente per la mostra, è dedicato ai proprietari delle raccolte; il secondo, anch’esso di proprietà privata, è invece incentrato sulla collezione Anne-Marie Romiti di Frassinoro.

 

Date, sedi e inaugurazioni della mostra

26.7.2018-19.8.2018, Castello della Badia di Frassinoro, inaugurazione 25.7.2018, ore 20.30

25.8.2018-9-9.9.2018, Rocca di Montefiorino, inaugurazione 24.8.2018, ore 20.30

15.9.2018-5.10.2018, Liceo «A.F. Formiggini» di Palagano, programma dell'inaugurazione in via di definizione.

 

Progettazione espositiva, allestimento e comunicazione, Marco Lugli, Modena

Grafica di progetto, A.P.S. Renovatio Crew, Sassuolo (Modena)

Grazie ai prestatori, senza i quali la mostra e il progetto su cui essa si fonda, non sarebbero possibili.

Grazie a quanti hanno donato tempo, fatica e passione alla mostra.

 


23 giugno 2018, "Il Fuoco del Dragone", lettere e cartoline della Valle a Vitriola (Montefiorino)

Sabato 23 giugno 2018, in collaborazione con TRAME 2.0 di Modena, al termine della geoesplorazione per la Valle del Dragone, da Medola al Monte Calvario, sino a Vitriola di Montefiorino, presso l’Erbalonga, alle ore 19.30 Paolo Tinti racconta il progetto “Immagini e scritture della Valle del Dragone”.

Scarica l'invito e il programma intero della manifestazione.


17 febbraio 2018, Presentazione del Progetto a Palagano

Alla presenza dei tre Sindaci della Valle, dei rappresentanti della Scuola e della Biblioteca capofila, sabato 17 febbraio 2018, presso il Cinema-Teatro comunale “I. Ranucci”, Palagano, i soggetti coinvolti presentano il Progetto alla cittadinanza e lanciano il primo appello all’identificazione e alla raccolta delle collezioni di immagini e scritture, ancora in mani private.

Modera Milena Vanoni, giornalista de “Il Resto del Carlino”.

Programma della giornata

Ore 11.30 Saluti di apertura

Gianpaolo Anderlini, Vicepreside Liceo A. F. Formiggini
Elio Pierazzi, Sindaco di Frassinoro
Maurizio Paladini, Sindaco di Montefiorino
Fabio Braglia, Sindaco di Palagano

Ore 12.00/12.15

Paolo Tinti, Università di Bologna, Presentazione del Progetto “Immagini e scritture della Valle del Dragone”

Ore 12.15/12.30

Intervengono i rappresentanti delle Scuole, delle Istituzioni e delle Associazioni che hanno
aderito e partecipano al progetto.

Ore 12.30/13.30

Dario Cefariello ed Anja Tazioli ed Alice Casini, alunni del Liceo “A. F. Formiggini”, leggono le lettere della Valle del Dragone.

Scarica l’invito.

Alla presenza dei tre Sindaci della Valle, dei rappresentanti della Scuola e della Biblioteca capofila, sabato 17 febbraio 2018, presso il Cinema-Teatro comunale “I. Ranucci”, Palagano, i soggetti coinvolti presentano il Progetto alla cittadinanza e lanciano il primo appello all’identificazione e alla raccolta delle collezioni di immagini e scritture, ancora in mani private.

Modera Milena Vanoni, giornalista de “Il Resto del Carlino”.

Programma della giornata

Ore 11.30 Saluti di apertura

Gianpaolo Anderlini, Vicepreside Liceo A. F. Formiggini
Elio Pierazzi, Sindaco di Frassinoro
Maurizio Paladini, Sindaco di Montefiorino
Fabio Braglia, Sindaco di Palagano

Ore 12.00/12.15

Paolo Tinti, Università di Bologna, Presentazione del Progetto “Immagini e scritture della Valle del Dragone”

Ore 12.15/12.30

Intervengono i rappresentanti delle Scuole, delle Istituzioni e delle Associazioni che hanno
aderito e partecipano al progetto.

Ore 12.30/13.30

Dario Cefariello e Anja Tazioli e Alice Casini , alunni del Liceo “A. F. Formiggini”, leggono le lettere della Valle del Dragone.

Scarica l’invito.

Alla presenza dei tre Sindaci della Valle, dei rappresentanti della Scuola e della Biblioteca capofila, sabato 17 febbraio 2018, presso il Cinema-Teatro comunale “I. Ranucci”, Palagano, i soggetti coinvolti presentano il Progetto alla cittadinanza e lanciano il primo appello all’identificazione e alla raccolta delle collezioni di immagini e scritture, ancora in mani private.

Modera Milena Vanoni, giornalista de “Il Resto del Carlino”.

Programma della giornata

Ore 11.30 Saluti di apertura

Gianpaolo Anderlini, Vicepreside Liceo A. F. Formiggini
Elio Pierazzi, Sindaco di Frassinoro
Maurizio Paladini, Sindaco di Montefiorino
Fabio Braglia, Sindaco di Palagano

Ore 12.00/12.15

Paolo Tinti, Università di Bologna, Presentazione del Progetto “Immagini e scritture della Valle del Dragone”

Ore 12.15/12.30

Intervengono i rappresentanti delle Scuole, delle Istituzioni e delle Associazioni che hanno
aderito e partecipano al progetto.

Ore 12.30/13.30

Dario Cefariello ed Anja Tazioli, alunni del Liceo “A. F. Formiggini”, leggono le lettere della Valle del Dragone.

Scarica l’invito.